Anche i grandi magazzini aiutano la Settimana per la riduzione dei rifiuti…

Ero andata fuori Torino, a trovare dei cari amici. Ci ero andata con il pullman. Alla fermata dei pullman c’ero andata con la bici. Al ritorno ho ripreso la bici e tornando a casa – era sabato – ho deciso di fermarmi in un piccolo supermercato, lungo la strada. Perciò non avevo con me, fin dal mattino, la sporta di paglia che uso quando vado a comprare qualcosa e parto da casa. Non avevo – ahimè – nemmeno un sacchetto di plastica, ripiegato a triangolo come mi ha insegnato proprio una delle persone che ero andata a trovare. E così, mentre pedalavo, mi chiedevo: che faccio?

Non mi fermo, ma il giorno dopo era domenica.

Mi fermo e prendo un sacchetto alla cassa, ma non volevo
a.
pagare il sacchetto;
b. far produrre il sacchetto;
c.
buttare il sacchetto, trasformandolo in rifiuto, pur dopo averlo utilizzato due volte o più.

Andare fino a casa, prendere una borsa di stoffa, tornare al negozio, ma era già tardi (e in più sarebbe stato anche quello uno «spreco»).

E poi, lampo di genio! Mi sono ricordata che accanto a quel piccolo supermercato c’è un grande raccoglitore per la carta (abbastanza spesso li ho visti vicini perché i grandi negozi hanno molti scatoloni eccetera da smaltire).

E così sono arrivata lì, ho messo una mano dentro al raccoglitore e ho scelto (perché ce n’erano molti, di varie misure) una busta di carta di un noto magazzino, pure bellina, nuova e pulita, sono entrata nel negozio ho fatto la mia piccola spesa, ho sfoggiato l’elegante sacchetto (che qualche signora aveva utilizzato per portare a casa il suo acquisto= tempo di vita: mezz’ora, forse), l’ho riempito, l’ho trasferito nel cesto della mia bici e ho pedalato fino a casa.

Morale della favola: a volte non è nemmeno necessario uscire di casa con la sporta per la spesa. Quello che invece è sempre necessario è chiedersi: che cosa posso fare invece di comprare/far produrre-trasportare-vendere/buttare-trasformare in rifiuto?

A proposito (ndr)…  la seconda edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è dal 20 al 28 novembre 2010… tutte le informazioni su: http://www.ecodallecitta.it/menorifiuti/index.php

(a cura di Cinzia Picchioni – Per contatti: via Bertola, 57 – Torino – 011539170)

Una replica a “Anche i grandi magazzini aiutano la Settimana per la riduzione dei rifiuti…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *