4 NOVEMBRE – NON FESTA MA LUTTO

Il 4 novembre viene ancora festeggiato come Festa della Vittoria militare  del 1918.

Ecco i costi umani di quella guerra: Italia: 680.071 morti; 1.050.000 feriti di cui 675.000 mutilati. Austria-Ungheria: 1.200.000 morti; 3.620.000 feriti. I morti di tutti i paesi furono quasi 10 milioni.
Per noi il 4 novembre sarà vera festa solo quando celebrerà un mondo liberato da tutte le guerre e da tutte le armi.
Per un futuro di giustizia e di pace, vogliamo: che siano tagliate le spese militari e che l’Italia ritiri il proprio esercito di occupazione dall’Afghanistan e da tutti gli altri teatri di guerra.
In Italia le spese militari, ammontano a oltre 22 miliardi  di euro (41 mila miliardi di lire). Sono soldi sottratti ai lavoratori, alle pensioni, alle spese sociali. Soldi destinati a creare fame, disastri e guerre nel mondo.
Ogni cittadino italiano paga per le spese militari oltre 400 euro l’anno.

IERI, 24 MARZO 1999:  con la scelta sbagliata di intervenire nella guerra della N.A.T.O. alla Serbia (guerra del Kossovo) l’allora Presidente del Consiglio dei ministri on. D’Alema, calpestando la carta costituzionale, ha di fatto “rilegittimato la guerra” che la nostra Costituzione e il preambolo della carta costitutiva dell’O.N.U. volevano bandire per sempre dalla storia.

OGGI:  con i militari italiani in Afganistan (che costano oltre 2 milioni di euro al giorno), e in altre parti del mondo, non solo si è continuato su questa strada sbagliata, stupida e pericolosa, ma con la scusa di combattere il terrorismo internazionale si sono aumentate a dismisura le spese militari e trascinato il nostro paese in una pericolosa spirale di violenza facendolo diventare uno dei possibili obiettivi di attacchi terroristici.

SIAMO QUINDI DIVENTATI OSTAGGI DI SCIAGURATE SCELTE GUERRAFONDAIE.

Il tutto ci viene propinato in una continua costruzione di falsità in cui anche il termine “guerra” viene venduto come “missione di pace”.

Movimento Internazionale della Riconciliazione
Movimento Nonviolento
Via Garibaldi 13 – 10122 Torino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *