Scuola, istruzione, formazione: il ruolo dell’Unione Europea

Scuola, istruzione, formazione: il ruolo dell’Unione Europea
martedì 23 febbraio 2010 – ore 21
Centro Gandhi – via Arduino, 75 – Ivrea
Intervento di Giampiero BORDINO, MFE Torino

Organizza la sezione di Ivrea e Canavese del Movimento Federalista Europeo

Scuola, istruzione, formazione: il ruolo dell’Unione Europea. Traccia dell’intervento

1.Il valore della scuola e del sistema formativo nella realtà attuale. Le due dimensioni fondamentali di questo valore: la formazione del capitale umano e la formazione alla cittadinanza.

1.1 La formazione del capitale umano. Scuola, economia, società.

1.2 La formazione alla cittadinanza. La cittadinanza sia come “status” sia come partecipazione

1.3 La necessità della “formazione permanente” per la formazione del capitale umano e per la formazione alla cittadinanza.

1.4 Le relazioni di interdipendenza tra formazione del capitale umano e formazione alla cittadinanza:

2.Il ruolo dell’Unione Europea. Competenze, strategie, politiche e programmi operativi.

2.1 Le competenze dell’Unione Europea in materia di scuola e formazione. Il testo del Trattato. Il ruolo di orientamento e coordinamento delle politiche nazionali.

2.2 Le strategie dell’Unione Europea in materia di formazione del capitale umano e di educazione alla cittadinanza in alcuni documenti fondamentali. Piano Delors (1993), Libro Verde sull’innovazione (1996), Memorandum su istruzione e formazione permanente (2000), Strategia di Lisbona (2000), Raccomandazione sulle competenze-chiave lungo tutto l’arco della vita (2006), Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio per la garanzia della qualità dell’istruzione e della formazione professionale (giugno 2009).

2.3 I programmi dell’Unione Europea in materia di istruzione e formazione e in particolare per l’educazione permanente per il periodo 2007-2013 (Leonardo da Vinci, Erasmus, Erasmus Mundus, Grundtvig).

2.4 Le condizioni necessarie per un’Europa “potenza civile” nel contesto del mondo multipolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *