Nico Ivaldi, Non mi sono mai arreso – Recensione di Dario Cambiano

Nico Ivaldi, Non mi sono mai arreso, Lupieri Editore,Torino 2009

Una vita straordinaria

L’avvocato Bruno Segre è un personaggio straordinario nel novero dei “grandi vecchi” di Torino. Si fatica a tenere dietro a tutti i ruoli che ha ricoperto: direttore de “L’Incontro”, avvocato difensore dei primi obiettori di coscienza, pacifista che pagò con il carcere le sue idee, socialista di vertice, promotore della campagna a favore del divorzio, consigliere comunale ai tempi dell’amministrazione Novelli, e altro ancora.

Ma Bruno Segre è soprattutto una persona entusiasta ed entusiasmante. Con Nanni Salio lo abbiamo incontrato l’anno scorso per la realizzazione di una videointervista nell’occasione dei suoi novant’anni. Un uomo che ha speso con gioia e convinzione le sue energie nelle lotte per i diritti civili, per il pacifismo, l’obiezione di coscienza, la nonviolenza, la libertà dell’individuo. Un uomo del quale leggerne la biografia che emerge in questa lunga e accurata intervista è certamente un grande arricchimento.

Perché questa intervista percorre il grande mutamento avvenuto in Italia durante i 90 anni di vita di Segre. Un’Italia monarchica allora e repubblicana adesso, ma soprattutto un’Italia profondamente mutata nei costumi sociali.

Un’Italia che si scopre attraverso gli aneddoti che l’avvocato ci regala a piene mani, testimone di un tempo irripetibile, di un’Italia che lui stesso ha attivamente contribuito a cambiare.

Lui, che ha difeso i primi obiettori di coscienza, lui che ancor prima ha subito la discriminazione razziale dell’Italia fascista e ne ha conosciuto il carcere, lui che ha vissuto da protagonista la battaglia per l’istituzione del divorzio nel nostro Paese, lui che ha militato nel Partito Socialista quando questo ancora poteva con orgoglio propugnare gli alti ideali di Nenni e Pertini, lui che a novant’anni ci dice ancora che vorrebbe imparare, ci regala in questa bella e completa intervista la visione di una weltangschauung laica eppure integerrima, ispirata ai più alti valori dell’uomo civile.

Un esempio, da tenere caro in un posto privilegiato della libreria.

Dario Cambiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *