Aldo Capitini, Le tecniche della nonviolenza – Recensione di Cinzia Picchioni

Aldo Capitini, Le tecniche della nonviolenza, edizioni dell’asino, Roma 2009, pp. 224, € 12,00

Oggi e proprio oggi, qui e proprio qui

Era uscito per Feltrinelli nel 1967, ma ora è stato ri-pubblicato dalle edizioni dell’Asino (altro che asini!), in un formato molto godibile (224 pagine, forse 12 cm per 15, graficamente curato), copertina pulita ed efficace, quasi solo il titolo: Le tecniche della nonviolenza e l’autore: Aldo Capitini. All’epoca in cui uscì per Feltrinelli non ebbe forse la dovuta diffusione, e

Oggi che il degrado morale, culturale e civile del nostro paese è sotto gli occhi di tutti […], la lettura di questo libro potrebbe e dovrebbe dar delle idee su come comportarsi nel confronti di un potere che, nella sua immensa corruzione, sembra avere la capacità di corrompere tutto ciò che tocca, […] di vanificare tutte le (debolissime) reazioni, di anestetizzare tutte le possibili opposizioni. Oggi e proprio oggi, qui e proprio qui. È per questo che abbiamo deciso di ristampare [il libro, NdR] nell’augurio che la sua lettura possa suggerire qualcosa di buono (di attivo) ai pochi che non si sono lasciati addormentare (dalla Prefazione, pp. 7-8).

Diviso in tre parti, con 15 capitoli, ci ripete ancora una volta perché il metodo nonviolento è una sorta di rivoluzione permanente, utilizzando le parole di una donna, Joan V, Bondurant (studiosa di Gandhi): Il metodo del Satyagraha creato da Gandhi

È fondamentalmente un principio etico, l’essenza del quale è una tecnica sociale di azione […] . L’introduzione del metodo gandhiano in qualsiasi sistema sociale politico effettuerebbe necessariamente modificazioni di quel sistema. Altererebbe l’abituale esercizio del potere e produrrebbe una ridistribuzione e una nuova strutturazione dell’autorità. Esso garantirebbe l’adattamento di un sistema sociale politico alle richieste dei cittadini e servirebbe come strumento di cambiamento sociale. (p. 39)

Il libro, in un formato da portare sempre con sé, contiene i principi della nonviolenza e un compendio di pratiche e tecniche, descritte in sintesi, ma con i riferimenti alle esperienze concretamente realizzzate in Italia e nel mondo.

Il 16 maggio si avvicina. Ringraziamo l’autore di questo libro anche per aver dato vita (nel ’61, a 63 anni!) alla prima marcia per la pace Perugia-Assisi.

La scheda del libro sul sito dell’editore:
http://www.gliasini.it/index.php/le-novita/Le-tecniche-della-nonviolenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *