venerdì 27 novembre – Seminario di discussione del volume di EKKEHART KRIPPENDORFF, «Stato e Guerra. L’insensatezza delle politiche di potenza»

cop Stato e GuerraSeminario di discussione del volume di EKKEHART KRIPPENDORFF, «Stato e Guerra. L’insensatezza delle politiche di potenza», Staat und Krieg. Die historische Logik Unvernunft (1985) in occasione della traduzione italiana, Pisa, Gandhi Edizioni, 2008
venerdì 27 novembre 2009 – ore 17:00
Dipartimento di studi politici
Università degli Studi di Torino
via Giolitti, 33 – Torino

“La stupidità si rende invisibile quando assume dimensioni enormi” (Bertolt Brecht). “Questo lavoro nacque durante le lotte del movimento per la pace tedesco. Con mia sorpresa sono arrivato alla conclusione che è l’apparato militare che nell’era moderna ci fornisce la chiave interpretativa della politica. Lo Stato moderno è essenzialmente Stato militare e le guerre fanno parte della sua vera essenza. Occorre un ritorno sensato alla politica, la quale non è il dominio bensì autodeterminazione e arte della comunità, dirette dalla ragione” (dalla prefazione dell’Autore all’edizione italiana)

Interventi di:
Ekkehart Krippendorff (Freie Universität di Berlino)
Luigi Bonanate (Università degli Studi di Torino)
Alberto Castelli (Università degli Studi di Cagliari)
Modera la discussione:
Gabriella Silvestrini (Università degli Studi del Piemonte Orientale)

A cura di Centro Interateneo Studi per la Pace delle Università Piemontesi e Centro Studi Sereno Regis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *