Efi Brenner – Primo obiettore dalla Lettera del Nuovo rifiuto in prigione

Prima reclusione per Efi Brenner, il primo tra i firmatari della Lettera rifiuto Shministim 2009-2010 ad essere spedito al carcere militare. Seguono tutte le informazioni e le azioni raccomandate.

Una nuova dichiarazione collettiva di rifiuto da parte di giovani israeliani, la Lettera agli Anziani della High School 2009-2010, è stata pubblicata la scorsa settimana. Oggi (22 ottobre), due dei suoi firmatari, Efi  Brenner e Or Ben-David, sono stati internati nella base militare di Tel-Hashomer per il rifiuto di arruolarsi. Efi è stato effettivamente spedito in prigione, mentre per Or non è ancora stata emessa la sentenza (è stato detto che il carcere militare femminile era pieno), e dovrà tornare alla base di assegnazione domani, probabilmente per trascorrere la il fine settimana ed essere mandato in prigione domenica. Ci verrà fornito un aggiornamento sul suo caso quando verrà tradotto in carcere.

Efi Brenner, 18 anni, di Rishon Le Zion (un sobborgo di Tel-Aviv), è una figura familiare tra i giovani anti-occupazione e attivisti per i diritti degli animali in Israele. È stato condannato oggi alla sua prima incarcerazione per dieci giorni (probabilmente seguiranno ulteriori condanne) presso la Military Prison no. 6, vicino ad Atlit. In seguito all’esposizione mediatica che la Lettera agli Anziani ha ricevuto dopo che è stata resa pubblica, Efi è stato cacciato di casa dal padre e ha trascorso gli ultimi giorni prima della detenzione in casa di un amico. In carcere è già stato trasferito al reparto di isolamento per aver rifiutato di obbedire al codice militare medico. Inoltre, le autorità carcerarie hanno deciso (contro tutti i regolamenti noti) di non consentirgli di avere libri.

EFI ha preparato la seguente dichiarazione entrando carcere:

Mi oppongo alla oppressione, se è commessa nell’ambito di un’organizzazione gerarchica come quella militare o se è commessa dalla specie umana nei confronti degli animali. Il governo israeliano e i militari conducono una politica di occupazione e di oppressione contro il popolo palestinese fin dal 1948. E’ iniziata con l’espulsione dei palestinesi dalle loro case nel 1948, che continua ancora oggi, e proseguita con l’imposizione di un governo militare oppressivo contro i palestinesi, con la limitazione della libertà di circolazione di tutte le persone, con le strade per soli israeliani, con detenzioni amministrative, demolizioni di case, terreni, furti, ecc. Dobbiamo agire in modo pacifico e ci rifiutiamo di prendere parte ai crimini commessi dai militari. Questo è il nostro vero dovere. Queste cose sono i valori basilari di libertà e giustizia in cui credo e per cui lotto. Pertanto rifiuto di arruolarmi nell’esercito israeliano e comunque in qualunque forza militare di qualsiasi tipo.

Efi Brenner dovrebbe essere liberato dal carcere il 30 ottobre, ma rischia di essere imprigionato di nuovo poco dopo. Il suo indirizzo in carcere è il seguente:

Efi Brenner, ID number 203258272 , Military Prison No. 6
Military Postal Code 01860, IDF  –  Israele
Fax: + +972-4-9540580

Dal momento che le autorità carcerarie bloccano spesso le possibilità dirette di raggiungere gli obiettori in carcere, anche noi consigliamo di inviare le vostre lettere di sostegno e di incoraggiamento via e-mail a [email protected]; saranno stampate e consegnate nel corso delle visite.

Azione consigliata

Prima di tutto ti preghiamo di diffondere questo messaggio e le informazioni in esso contenute quanto più ampiamente possibile, non solo tramite e-mail, ma anche su siti web, reti sociali, tradizionali mezzi di comunicazione, di bocca in bocca, ecc.

Altre azioni raccomandate:

1. Invio di lettere di sostegno
Si prega di inviare di lettere di sostegno agli obiettori in carcere (preferibilmente cartoline o via fax) all’indirizzo del carcere indicato.

2. Lettere alle autorità
Si raccomanda di inviare lettere di protesta, a nome degli obiettori, preferibilmente via fax, a:

Mr. Ehud Barak,  Minister of Defence,  Ministry of Defence,  Hakirya,
Tel-Aviv 64743,  Israel.
E-mail: [email protected] o [email protected]
Tel.: + +972-3-6975540 O + +972-3-6975423
Fax: + +972-3-6976711
Copie delle vostre lettere possono anche essere inviate al comandante del carcere militare:

Commander of Military Prison No. 6,  Military Prison No. 6
Military Postal Code 01860, IDF  – Israel
Fax: + +972-4-9540580

Un altro indirizzo utile per l’invio delle copie potrebbe essere il procuratore generale militare (nota numero di fax aggiornato):

Avichai Mandelblit,   Chief Military Attorney
Militari codice di avviamento postale 9605, IDF  –  Israel
Fax: + +972-3-569-45-26

Sarebbe particolarmente utile inviare i vostri appelli al Comandante della Base di assegnazione a Tel-Hashomer. E ‘questo ufficiale che decide in ultima analisi, se un obiettore deve essere esentato dal servizio militare o inviato al carcere, ed è lo stesso ufficiale che è in ultima analisi responsabile del Comitato militare per l’obiezione di coscienza:

Gadi Agmon,  Commander of Induction Base,,  Meitav, Tel-HaShomer
Military Postal Code 02718, IDF  – Israele.
Fax: + +972-3-737-60-52

Per quelli di voi che vivono al di fuori di Israele sarebbe molto efficace inviare note di protesta alla locale ambasciata israeliana. Potete trovare l’indirizzo della vostra ambasciata locale sul web.

Ecco un esempio di lettera generica di appello alle autorità che è possibile utilizzare. Sentiti libero di modificare questa lettera come credi:

Gentile Signore/Signora
Sono stato informato che Efi Brenner (numero ID 203.258.272), un obiettore di coscienza al servizio militare, è stato imprigionato per il suo rifiuto a far parte dell’esercito israeliano, ed è detenuto presso il reparto isolamento del carcere militare no. 6 in Atlit.
La detenzione di obiettori di coscienza, come Efi Brenner è una violazione del diritto internazionale, dei diritti umani fondamentali e della morale comune. Le condizioni particolarmente dure di reclusione (reclusione nel reparto di isolamento, divieto di accesso ai libri) di Efi Brenner sono prove di un tentativo dell’esercito israeliano di utilizzare un sistema illegale per cercare di costringerlo a modificare o a tradire le proprie convinzioni. Ciò equivale a persecuzione politica.
Chiedo quindi la liberazione immediata e incondizionata di Efi Brenner e l’assicurazione che non vi saranno ulteriori reclusioni in futuro; vi esorto ad attivarvi per il rispetto della dignità personale degli obiettori di coscienza e di tutte le persone, in futuro.
Cordiali saluti.

3. Lettere ai media in Israele e in altri paesi
Scrivere articoli di stampa e lettere agli editori dei media in Israele e in altri paesi potrebbe anche essere molto utile per esercitare in modo indiretto ma potente pressioni sulle autorità militari per liberare gli obiettori e per portare la loro situazione e la loro causa all’attenzione del pubblico.

Ecco alcuni dettagli di contatto per i principali punti di media in Israele:

Ma’ariv:
2 Karlibach st.
Tel-Aviv 67132
Israel
Fax: +972-3-561-06-14
e-mail: [email protected]
Yedioth Aharonoth:
2 Moses st.
Tel-Aviv
Israel
Fax: +972-3-608-25-46
Ha’aretz (Hebrew):
21 Schocken st.
Tel-Aviv, 61001
Israel
Fax: +972-3-681-00-12
Ha’aretz (English edition):
21 Schocken st.
Tel-Aviv, 61001
Israel
Fax: +972-3-512-11-56
e-mail: [email protected]
Israel Hayom:
2 Hashlosha st.
The B1 Building
Tel-Aviv
Israel
e-mail: [email protected]
Jerusalem Post:
P.O. Box 81
Jerusalem 91000
Israel
Fax: +972-2-538-95-27
e-mail: [email protected] or [email protected]
Radio (fax numbers):
Kol-Israel +972-2-531-33-15
Galei Zahal +972-3-512-67-20
Television (fax numbers):
Channel 1 +972-2-530-15-36
Channel 2 +972-2-533-98-09
Channel 10 +972-3-733-16-66

Continueremo ad aggiornarvi sugli ulteriori sviluppi.

Grazie per la vostra attenzione e per le azioni che vorrete intraprendere

Sergeiy Sandler – New profile.
October 23, 2009 | Filed Under In Prison Now

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *