Novità libri – Alessandro Di Meo – Un sorriso per ogni lacrima – Voli a bassa quota in un dopoguerra jugoslavo

Alessandro Di Meo, “Un sorriso per ogni lacrima. Voli a bassa quota in un dopoguerra jugoslavo”, Exòrma, Roma 2008, p. 317

Un sorriso per ogni lacrima. E’ la frase che dice Beba alla mamma, perché ha pianto tanto per Sanja, la figlia annegata nel fiume. Tanti sorrisi, al posto di tutto quel pianto, di tutto quel dolore. Un libro che non è romanzo, né libro di racconti… che voleva essere raccolta di stilettate, di pugnalate. allo stomaco, al fegato, agli occhi, al cuore di ognuno che lo leggerà. Un libro, quindi, di colpi bassi. Perché la guerra fa male, sempre. Spesso, ce ne dimentichiamo, assorti come siamo nelle nostre attività quotidiane, quasi che esse soltanto esistano, quasi che per esse soltanto si debba vivere. Tutti, invece, potremmo un giorno svegliarci e accorgerci che tutto cambia e precipita verso un vortice che ci inghiottirà. Perché la guerra è sleale, non ha codici etici, non guarda in faccia a nessuno. E a rimetterci sono sempre gli stessi, i più deboli. Fra questi, i bambini. Ma proprio perché è un libro dove si parla di bambini, ognuno col suo nome, ognuno con la sua immagine che riporta a una voce, a un gesto, a uno sguardo che sia, allora, un libro di sorrisi. Perché il sorriso dovrà sempre, avere la meglio. Dobbiamo costringerci a pensarlo.

http://unsorrisoperognilacrima.blogspot.com/

I commenti sono chiusi.