Digiuno in corso in valle di Susa

Quello che si tenta di mettere in atto in valle di Susa con la costruzione di una nuova linea ferroviaria, ignora e vanifica diritti fondamentali di un numero elevato di persone.
Noi riteniamo invece che le esigenze collegate allo sviluppo e alla produzione vadano contemperate con la sicurezza, la libertà e la dignità umana, che rappresentano il limite invalicabile all’iniziativa economica, come sancito dall’art. 41 della Costituzione.
La democrazia non significa solo gestione del potere da parte della maggioranza, ma anche rispetto dei diritti dei singoli, che nessun potere politico può negare.

Per ribadire che è importante  l’unione di tutti, al di là delle differenze ideologiche e politiche; per chiedere ancora una volta che sia salvaguardato l’ambiente naturale, che è un patrimonio di tutti, anche delle future generazioni; per ottenere che le affermazioni contenute nel cosiddetto documento di Pra Catinat “tutto questo lavoro tecnico è stato accompagnato da un grande processo democratico di confronto continuo che ha coinvolto sindaci, Consigli Comunali, cittadini e opinione pubblica” non suonino come una sfacciata presa in giro, ma acquistino verità,

proponiamo un digiuno

non in alternativa ad altre forme di resistenza, ma per affiancarle in modo determinato e nonviolento, come  mezzo di risoluta espressione della volontà popolare di un intero territorio che chiede che vengano ascoltate le sue motivate ragioni.

Ci auguriamo che la nostra azione di digiuno nonviolento possa anche essere un mezzo per sensibilizzare l’opinione pubblica, frastornata da notizie contradittorie o tenuta all’oscuro delle decisioni che contano, e per fare pressione sui responsabili della politica, locale, provinciale, regionale, nazionale, perché rivedano il loro comportamento.
Chiediamo a tutti gli abitanti della valle di Susa,  e a tutti coloro che hanno  a  cuore  le sorti  della democrazia   di aderire alla nostra iniziativa.

Fermare il Tav si deve. Uniti si può

Gruppo Pace Valsusa     Sarà Düra    Associazione Dialogo in Valle

Il digiuno è iniziato mercoledì 19.11.2008  al presidio di Venaus e si concluderà domenica 23.11.2008 presso la biblioteca di Condove con la commemorazione di Achille Croce: sarà un digiuno a staffetta cioè ogni partecipante potrà decidere se digiunare per uno o più giorni.

Per aderire  contattare Elena 3939091164 o scrivere a [email protected]

Non c’è niente di più potente del digiuno e della preghiera, che ci permette di acquisire la giusta disciplina, lo spirito di sacrificio, l’umiltà e la risolutezza della volontà senza la quale non vi sarebbe nessun vero progresso.”
M.K. Gandhi

I commenti sono chiusi.