Manifestiamo contro la guerra in Georgia a Torino, martedì 12 agosto alle 18, in piazza Castello – Approfondimenti e spunti di riflessione

Le guerre non scoppiano come pneumatici, o temporali. Qualcuno le fa scoppiare.
Manifestiamo contro la guerra in Georgia

a Torino, martedì 12 agosto alle 18, in piazza Castello

sul piedistallo del monumento militare che guarda via Po, dove manifestammo il 17 gennaio 1991.
Quel giorno fu rilegittimata criminalmente la guerra, mentre, col mirabile anno 1989, era diventato possibile, per volontà dei popoli, un mondo di pace, basato sul diritto internazionale di pace fondato nel 1945 con la Carta dell’Onu.
In questi 17 anni si è voluta una storia di guerre, terrorismo di stato, o terrorismo di bande private. Manifestiamo come iniziativa di cittadini, senza sigle di partito, coi soli simboli della volontà di pace. Denunciamo ugualmente le politiche che estendono alleanze militari e scudi spaziali più minacciosi che difensivi, le speculazioni energetiche, i nazionalismi che dividono l’umanità.

Mandiamo un segnale di solidarietà ai popoli colpiti dal delitto di guerra con migliaia di vittime e decine di migliaia di profughi. Manteniamo costante l’impegno costruttivo di una cultura e una politica positiva di pace.

Diffondiamo questo invito in ogni direzione.

Centro Studi Sereno Regis
Mir-Movimento Nonviolento
Via Garibaldi 13, Torino

Approfondimenti e spunti di riflessione
Giulietto Chiesa – Georgia-pretende-essere-in-europa
Chossudovsky – War in the Caucasus
Mao Valpiana – Contro la guerra in Georgia possiamo solo dire una parola
Comunicato di Pax-Christi Italia sulla guerra nel Caucaso

I commenti sono chiusi.