Università Estiva dell’Arca – 18-19-20 luglio 2008

18-19-20 luglio 2008:

Università Estiva dell’Arca

La Borie Noble, La Flyssière, Nogaret (Herault – Francia)

L’iniziativa si rivolge ad ogni persona interessata all’esperienza dell’Arca e che desidera condividervi la propria esperienza. Attraverso ateliers, tavole rotonde e insegnamenti essa potrà far partecipe gli altri di ciò che la fa vivere e accogliere il sapere di cui gli altri sono portatori.
Questa università estiva s’ispira alle università popolari che furono lanciate dal pastore luterano danese Nicolai Frederik Severin Grundtvig (1783-1872). Lo scopo non è determinare scelte politiche, come le università estive dei partiti politici, ne insegnare saperi nel senso universitario del termine. L’Arca non è un partito politico, ne una chiesa, ne una cappella. Il suo operare per la giustizia, la pace, il rispetto dell’altro la porta a condividere molti dei suoi impegni con altri movimenti. In ascolto delle preoccupazioni sociali del momento, l’università estiva dell’Arca propone di riflettere assieme sulle ricerche alternative, ascoltare ciò che di nuovo viene detto a proposito della non-violenza, approfondire lo sviluppo personale, progredire nel riconoscimento della dimensione personale dell’essere.

Conferenze e tavole rotonde :
– A proposito della conciliazione, con Daniel Vigne : “Le cose e gli esseri non sono pensabili senza i legami che li mettono in relazione gli uni con gli altri. Questo è vero su tutti i piani : spirituale e concettuale, ma anche naturale, biologico, ecologico…niente è a se stante, tutto è in relazione” Daniel Vigne (dottore in filosofia e teologia)
Tutta l’opera di Lanza del Vasto può essere posta sotto il segno della Conciliazione. La sua filosofia centrata sull’idea di relazione, la sua visione dell’uomo in cerca di unità esteriore e interiore, i suo impegni sociali, il suo progetto comunitario, la sua riflessione religiosa…Vedremo come l’idea della ‘coincidenza degli opposti’ abita e anima questo pensiero potente, senza dubbio uno dei maggiori del XXmo secolo. Segue Forum e scambio di opinioni.
– Piste per la decrescita. Proiezione-conferenza seguita da discussione, con François Schneider. (esperto ricercatore in ambiente e decrescita)
Si tratta di ridurre la produzione, ridurre il “volere di acquisto” e dividersi il lavoro perché nessuno sia escluso. Trasformare la maggior efficacia e una maggiore sobrietà in tempo per sé e per gli altri, in ecosistemi protetti, in relazioni umane…piuttosto che lasciarsi prendere a livello individuale e sociale da un sempre più distruttore legato alla visione espansionistica della crescita.
– La disubbidienza civile, conferenza e tavola rotonda condotta da Jean Baptiste Libouban
“Sopprimere la disubbidienza civile, equivale a mettere la coscienza in prigione” (Gandhi)
Perché e come alcuni fra noi si sentono obbligati a disubbidire alla legge quando tutte le vie democratiche sono chiuse, e quando si tratta di difendere i diritti umani o di lottare contro pratiche che mettono in grave pericolo l’ambiente in cui viviamo.
Con la partecipazione del DAL, RESF (Alain Richard) e Faucheurs Volontaires (José Bové)

Ateliers
– Artigianati artistici : 1) Lana felpata – 2) Scrittura, Arte, Pensiero – 3) Terra (argilla)
– Il corpo e la salute : 1)Medicina naturale – 2) Danza
– La voce e la persona : 1) Scoperta della risonanza sonora nel corpo – 2) Teatro
– La rigenerazione attraverso il camminare afgano : sincronizzazione armonica del passo e del respiro che permette una pulizia salutare a livello cellulare e apre la via alla conoscenza di sé ponendosi presenti al presente.

Gruppi di lavoro : Relazione e non-violenza :
– Lanza del Vasto, una filosofia della Relazione, con Daniel Vigne
– Comunicazione non-violenta (CNV), con Bernard e Simone Dangeard
– Giochi cooperativi, con Alain Joffre
– Impegno in azioni di disubbidienza civile, incontri con persone che partecipano ad azioni
di disubbidienza civile, coordinati da Jean B. Libouban.

Per dettagli logistici e ulteriori informazioni: Gerard Sentou: [email protected]

I commenti sono chiusi.