Collettiva 20 Artisti per No Tav

Collettiva 20 Artisti per No Tav

Si inaugurerà al Centro Studi Sereno Regis di Torino, alle ore 18 di venerdì 23 novembre 2007, la mostra promossa dalla Comunità Montana Bassa Valle di Susa e voluta da un gruppo di venti artisti che hanno deciso di esprimersi, con la loro creatività, sulla questione No Tav in Valle di Susa. In esposizione fino al 7 dicembre 2007, dal lunedì al venerdì, dalle 11 alle 17.

Gli artisti che esporranno le loro opere, pensate e create proprio per affiancare la lotta pacifica alla linea ferroviaria Italia- Francia, sono cittadini della Valsusa e della provincia di Torino, tranne Dario Fo che dimostra in questo modo la sua solidarietà alla Valle.

Espongono:
Tino Aime, Sandro Lo Balzo, Daniela Baldo, Kurt Mair, Paolo Belgioioso, Vinicio Perugia, Eugenio Bolley, Paola Risoli, Antonio Carena, Piero Ruggeri, Li Chen, Sergio Saccomandi, Fernando Eandi, Giacomo Soffiantino, Dario Fo, Luciano Spessot, Claudio Giacone, Santo Tomaino, Maria Rosa Giovenale, Elisabetta Viarengo Miniotti

La pubblicazione che accompagna la mostra è il catalogo delle opere con la presentazione di Marcello Salvati e scritti di Mario Rigoni Stern, Laura Mancinelli, Dario Fo, Guido Ceronetti e Gad Lerner.

Intervengono:
Antonio Ferrentino, Presidente della Comunità Montana Bassa Valle di Susa
Simona Pognant, Sindaco di Borgone di Susa
Mauro Russo, Sindaco di Chianocco

Nel corso della serata Carla Calcagno, Elena Camino e Angela Dogliotti Marasso del Centro Studi Sereno Regis presenteranno al pubblico in anteprima il gioco di ruolo da loro scritto sulla questione TAV in Valle di Susa. Il gioco di ruolo consente di affrontare problemi socio – ambientali complessi e controversi atteraverso una simulazione nella quale sono coinvolti i partecipanti: a ciascuno viene affidata una ‘carta di ruolo’ in cui sono delineati alcuni aspetti di un personaggio – dal nome, età, professione fino alle sue opinioni e comportamenti a riguardo del caso in questione.

A chiusura della manifestazione, alle ore 20,30 verrà proiettato “Gli scarponi sotto il letto”. Il documentario racconta la resistenza nei confronti dell’Alta Velocità operata dagli abitanti della Valle di Susa durante l’autunno del 2005, e dialogherà con la lettura teatrale di scritti di Latouche, Mercalli, Rist, Sasso, Galeano…
A cura delle associazioni “Livres como o Vento” e “Torino Theatre Troop”. Regia di Paolo Senor.

Buffet offerto dalla Comunità Montana Bassa Valle di Susa.

I commenti sono chiusi.