Piero Pagliani – Naxalbari – India: la rivolta nella futura terza potenza mondiale

Piero Pagliani, ?Naxalbari – India: la rivolta nella futura terza potenza mondiale?, Mimesis Edizioni, Milano 2007. 300 pagine, 23 riquadri di approfondimento, 15 tabelle di dati, 3 cartine e 17 fotografie. 23 Euro

Scheda del libro

L?economista Samir Amin definisce la questione agraria come uno dei problemi fondamentali che dovranno essere affrontati nel XXI secolo. Questo libro, seguendo le tracce della rivolta delle popolazioni tribali e dei contadini poveri che in India, a partire dal villaggio di Naxalbari, tra la fine degli anni Sessanta e l?inizio dei Settanta diedero l?assalto al cielo occupando la terra, armati di archi e di frecce, e arrivando ai nostri giorni ci introduce in una questione e in un mondo per lo più ignorati dai lettori occidentali.

Il libro è composto da quattro parti.

Nella prima parte, oltre alla presentazione degli eventi della rivolta naxalita, viene analizzata la situazione economico-politica dall?Indipendenza alla rivolta di Naxalbari, per capire se e fino a che punto l?ipotesi dei rivoluzionari, ovvero il carattere semi-feudale e semi-coloniale dell?India, corrispondesse alla realtà.

La seconda parte si occupa degli sviluppi successivi fino ai giorni nostri, con particolare attenzione al passaggio tra Stato dello Sviluppo e neo-liberismo (passaggio che, secondo l?autore, è stato il background della rinascita del nazionalismo indù) e con un riferimento di riguardo alla situazione rurale. Alla fine di questa analisi vengono affrontate in termini più generali alcune questioni interpretative di fondo: a) i rapporti tra Capitale e Potere, b) la questione nazionale, c) il rapporto tra caste e classi, d) la questione comunitaristica. Infine viene proposta un’intervista a Kanu Sanyal, lo storico leader del movimento assieme allo scomparso Charu Mazumdar.

La terza parte è costituita da una analisi di Mallarika Sinha Roy, ricercatrice al Department of Development Studies della Oxford University, sul ruolo delle donne e delle istanze femminili nel movimento naxalita.

La quarta e ultima parte è dedicata all?opera di Mahasweta Devi, una delle maggiori scrittrici indiane contemporanee, portavoce letteraria dei diseredati delle campagne.

Profilo dell?autore

Piero Pagliani, nato a Milano e residente a Roma, dopo studi di Logica, Filosofia della Scienza, Economia, Sociologia e Matematica, si è laureato in Filosofia presso l?Università Statale di Milano. Ricercatore nel campo dell?algebra della logica e dei sistemi esperti, suoi articoli scientifici sono apparsi sulle maggiori riviste internazionali del settore ed è co-autore di tre libri collettanei pubblicati da Physica-Verlag. E? stato professore a contratto di Teoria dei Modelli alla Sapienza di Roma presso il corso di laurea di Scienze dell?Informazione e ha tenuto lezioni e conferenze in Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Polonia, Romania e Stati Uniti.
> In India collabora da diversi anni col Dipartimento di Matematica Pura dell?Università di Calcutta.
> Attivista per la pace e i diritti sociali, Piero Pagliani da anni si occupa dei processi politico-sociali dei paesi asiatici ed è autore di articoli sulla situazione politica internazionale. Membro della chiesa Metodista ha collaborato con la commisione su globalizzazione e ambiente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia.
> A seguito di un soggiorno ad Istanbul dall?inverno 2000 all?estate 2001, ha approfondito la situazione geopolitica della Turchia e dei Paesi caucasici e centro-asiatici inquadrandola nell?ambito delle nuove dinamiche globali nel libro ?Alla conquista del cuore della Terra. Gli USA dall’egemonia sul ‘mondo libero’ al dominio sull’Eurasia? (Edizioni Punto Rosso, Milano, 2003).
> In India ha iniziato da alcuni anni ad occuparsi della storia del movimento naxalita, frequentando sia ex militanti di questo movimento, sia dirigenti delle attuali organizzazioni politiche nate da quella esperienza e incontrandosi più volte con la scrittrice bengalese Mahasweta Devi, che al movimento naxalita ha dedicato, racconti, romanzi e articoli fondamentali. Nel luglio 2006 ha intervistato Kanu Sanyal ? leader storico del movimento insieme allo scomparso Charu Mazumdar ? proprio nelle campagne di Naxalbari, e si è incontrato con Shanti, figura leggendaria di guerrigliera della tribù dei Munda.
?Naxalbari-India? è frutto di questo impegno.

I commenti sono chiusi.