?L’11 settembre di Gandhi. La luce sconfigge la tenebra? (Quaderni Satyāgraha, n. 12)

a cura di MIR-MN – Centro Studi Sereno Regis – CISP

?Sostengo che il satyāgraha sia un completo sostituto della violenza e della guerra. È progettato, cioè, per raggiungere i cuori sia dei cosiddetti ?terroristi?, sia dei governanti che cercano di sradicare i terroristi castrando un?intera nazione.?
Gandhi

11 SETTEMBRE, UNA BELLA OCCASIONE

?Questa è l’occasione per pensare diversamente da come abbiamo fatto finora, l’occasione per reinventarci il futuro e non rifare il cammino che ci ha portato all’oggi e potrebbe domani portarci al nulla?. Scriveva così Tiziano Terzani nel 2001, il 14 settembre, appena tre giorni dopo l’abbattimento delle due torri (Lettere contro la guerra, Tea 2002, pp. 23)

Oltre che il giorno dell’attacco a New York (2001), l’11 settembre è anche il giorno del golpe sanguinario di Pinochet (1973). Giorno nero, dunque, ma anche un giorno luminoso: nel 1906, proprio l’11 settembre, Gandhi a Johannesburg proponeva agli immigrati indiani in Sudafrica, emarginati e oppressi, il metodo di lotta nonviolenta chiamato satyāgraha.

L’anno scorso, nel centenario, in un bel convegno a Pisa abbiamo riflettuto sulla nonviolenza attiva nei nostri giorni. Gli atti compaiono ora, pubblicati nel libro ?L’11 settembre di Gandhi. La luce sconfigge la tenebra? (Quaderni Satyāgraha, n. 12). L’articolo di apertura è di Arun Gandhi, nipote diretto del Mahatma.

Il prossimo 11 settembre può essere vissuto anche per rinnovare l’ispirazione al messaggio di speranza che ci viene trasmesso dal Satyāgraha di Gandhi, in alternativa a quello della paura, del terrore, della guerra infinita.

Cogliamo l’occasione, per presentare il libro del convegno di Pisa, e congiungere così tra loro, nei loro diversi e opposti significati, quelle tre date.

11 settembre 2007 ? h. 20,30
Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi, 13 – Torino

Alberto Pellissero, docente di sanscrito presso l?Università di Torino,
Enrico Peyretti e Nanni Salio del Centro Studi Sereno Regis

apriranno una conversazione tra i presenti sui temi della triplice ricorrenza e del libro indicato.

In allegato il volantino dell’iniziativa

I commenti sono chiusi.