LABORATORIO : OLTRE I CONFINI

Destinatari: gruppo di giovani (50-70) italiani, austriaci e sloveni tra i 15 e i 19 anni

Obiettivi: un percorso di pace che lavora sui confini, per cercare di capire lo straniero che è in noi e per arrivare a incontrare quello che sta fuori. Provare a sostare sui confini, sulle soglie, nell?incertezza, senza cadere da una parte o dall?altra ma mantenere una visione binoculare della realtà. Cercare di trovare soluzioni condivise ai problemi di convivenza attraverso la partecipazione, il coinvolgimento di tutti gli attori.

Metodologia: role plaing, training attivo, lavori, giochi ed esercizi di gruppo

Contenuti: a partire dalle situazioni imbarazzanti, si cercherà di scoprire l?altro/noi, esplorando i punti di vista reciproci per contrastare la formazione dell?immagine del nemico. Identità stereotipate e pregiudizi come barriere che impediscono la contaminazione reciproca, necessaria per andare verso la condivisione di una umanità multietnica dove le differenze sono da una parte una opportunità ma anche un rischio per la relazione e dall?altra una necessità per costruire una soluzione ai problemi che più che mai richiedono il contributo di tutti i punti di vista.

Ausili necessari: fogli mobili 70*100, pennarelli marker (a scalpello) di colori diversi (nero, rosso, verde, blu)
Tavolini e sedie per lavori in piccoli gruppi (4-5 persone). Possibilità di lavagna luminosa e proiettore dvd per eventuale filmato finale

Tempi: le giornate di formazione si svolgeranno durante 4 giorni residenziali.

I commenti sono chiusi.