Appello di MAIS:

CARE AMICHE/I,
UN ANNO FA ABBIAMO ESPOSTO LA MOSTRA FOTOGRAFICA SULLE DONNE EGIZIANE PER FAR CONOSCERE UN PO’ DELLA LORO VITA, DELLE DIFFICOLTA’ CHE HANNO INCONTRATO NEL LORO AMBIENTE SOCIALE DOPO LA MORTE DEL MARITO, L’ABBANDONO OPPURE IL DIVORZIO.

LE FOTO SONO STATE SCATTATE NELLE ZONE RURALI DELLA PROVINCIA DI SOHAG DOVE LE DONNE VEDOVE, DIVORZIATE O ABBANDONATE DAL MARITO, SI TROVANO SPESSO IN UNA SITUAZIONE CRITICA DI POVERTA? (PER LA PERDITA DELL?UNICA FONTE DI GUADAGNO DELLA FAMIGLIA) E DI ISOLAMENTO NEI CONFRONTI DELLA SOCIETA? PER LA MANCANZA DI STRUMENTI DI INTERAZIONE CON LE ISTITUZIONI E DI ACCESSO ALLE RISORSE.
LE VEDOVE E LE DIVORZIATE SONO SPESSO VITTIME DI PREGIUDIZI SOCIALI, E SPESSO RESTANO CONFINATE IN CASA PER NON ESSERE OGGETTO DI MOLESTIE O DI AVANCES INDESIDERATE. LE POSSIBILITA? DI GUADAGNO AUTONOMO SONO COSI? ANCORA PIU? LIMITATE. L?ANALFABETISMO, INOLTRE E? UNA BARRIERA CHE OSTACOLA L?ACCESSO ALLE RISORSE ECONOMICHE E LAVORATIVE.

NEL GOVERNATORATO DI SOHAG MAIS ONG INTERVIENE CON PROGETTI CHE PREVEDONO CORSI DI ALFABETIZZAZIONE DIRETTI ALLE DONNE DI TUTTE LE ETA?, DOVE SI ACQUISISCE UNA BASE CULTURALE CHE POSSA PERMETTERE LA GESTIONE DI UN CREDITO, L?AVVIO DI UN? ATTIVITA? PRODUTTIVA E L?INTERAZIONE CON LE ISTITUZIONI.

I PROGRAMMI DI MICROFINANZA SONO RIVOLTI ALLE DONNE CAPOFAMIGLIA.
(IL MICROCREDITO E’ IL PRESTITO DI UNA PICCOLA SOMMA DI DENARO, GENERALMENTE 100-200? DA INVESTIRE IN UN’ATTIVITA’ PRODUTTIVA E LA PERCENTUALE DI RIMBORSO E’ DEL 98%)

VEDOVE, RIPUDIATE E DIVORZIATE, CON FIGLI A CARICO; MOGLI IL CUI MARITO E? EMIGRATO ALL?ESTERO TUTTE ARRIVANO SPINTE DALLE RISTRETTEZZE ECONOMICHE, MA PIU? O MENO CONSAPEVOLMENTE ANCHE DALLA RICERCA DI UNA REALIZZAZIONE PERSONALE E DI UN RUOLO PIU? ATTIVO NELLA SOCIETA?.

FREQUENTANDO I LABORATORI VOCAZIONALI, LE DONNE HANNO LA POSSIBILITA? DI IMPARARE UN?ABILITA? IN CUI INVESTIRE IL CREDITO COME LA SARTORIA, IL RICAMO, LA PANIFICAZIONE, L?USO DEL TELAIO E DEL COMPUTER. IN QUESTO MODO SI RENDONO ECONOMICAMENTE INDIPENDENTI E NEL CONTEMPO ACQUISISCONO AUTOSTIMA E CONSAPEVOLEZZA NELLE PROPRIE CAPACITA? CONTRIBUENDO A MODIFICARE, VALORIZZANDOLA, LA PERCEZIONE DEL RUOLO FEMMINILE NELLA SOCIETA?

ATTRAVERSO LA MOSTRA FOTOGRAFICA ABBIAMO SCOPERTO IL CORAGGIO E L? ENTUSIASMO DI QUESTE DONNE NELL’INTRAPRENDERE UN’ATTIVITA’ NON SOLO PER GUADAGNARE, MA ANCHE PER RITROVARE LA DIGNITA’ E LA CONSAPEVOLEZZA DEL LORO RUOLO NELLA SOCIETA’.

OGGI, CON MAIS, ABBIAMO UN PICCOLO SOGNO: PORTARE QUESTA MOSTRA ANCHE IN EGITTO, AL CAIRO. FAR SI’ CHE LE DONNE SI POSSANO RISPECCHIARE IN QUESTE FOTO, OFFRENDO NEL CONTEMPO UN WORKSHOP DI RIFLESSIONE E FORMAZIONE SULL’IMPRENDITORIA FEMMINILE E SUL MICROCREDITO.
L’EVENTO E’ PREVISTO PER L’8 E IL 9 GIUGNO 2007, MA SERVONO 3000 EURO.
CREDIAMO DI POTERCELA FARE A RACCOGLIERLI, SE TUTTI PARTECIPIAMO CON UN PICCOLO CONTRIBUTO, COSA NE DITE?

PER OGNI VERSAMENTO SUPERIORE A 10 EURO AVRETE IN OMAGGIO LA STAMPA DI UNA FOTO A SCELTA (20X30) PER RICORDARVI DELLE DONNE DI SOHAG.

per partecipare potete fare un versamento a MAIS:
C/C postale n 34461103
oppure C/C bancario n 6559405-01-61 Banca Intesa ABI 03069 CAB 01120 CIN I
oppure consegnare direttamente in Via Saluzzo 23 il vostro contributo

Dopo il versamento ricordatevi di inviare una mail a [email protected] (Alda Maria Olivero) con il vostro indirizzo e telefono, indicando la foto che volete ricevere tra quelle allegate!

GRAZIE A TUTTI!
Alda e Rita

ALDA MARIA OLIVERO

La fotografa, Alda Maria Olivero, nata a Torino nel 1975, affianca la fotografia di reportage alla professione medica. Allieva di David Alan Harvey, ha realizzato la sua prima mostra personale, ?Mexicana?, a Rivoli (TO) nel luglio 2005. Da aprile 2005 collabora con l?’ONG MAIS, realizzando reportages relativi ai progetti di sviluppo. Le immagini presentate sono state effettuate nella primavera 2005 al Cairo e nella regione di Sohag nell?Alto Egitto e riportano immagini di donne capofamiglia, che hanno affiancato al quotidiano la realtà ?imprenditoriale?.

Rita Lavalle
Ufficio Stampa
MAIS ONG Movimento per l’autosviluppo l’interscambio e la solidarietà
Via Saluzzo 23 – I 10125 Torino
tel: 011-657972 fax: 011-655959
www.mais.to.it

I commenti sono chiusi.