Mamma Pace

Cindy Sheehan, “Mamma Pace”, presentazione di Dario Fo e Franca Rame, Sperling & Kupfer, Milano 2006, p. XIV, 229

Casey Austin Sheehan muore il 4 aprile 2004 in un’imboscata a Baghdad. Di fronte all’amara consapevolezza che “Casey non era morto per la mia libertà, per la libertà degli americani, ma per alimentare e arricchire la macchina della guerra”, lo sgomento di sua madre Cindy la conduce a intraprendere una personale battaglia contro l’amministrazione Bush e i sostenitori del conflitto in Iraq: la sua caparbietà scuote personalità del mondo dello spettacolo, della politica e della cultura e, in breve tempo, porta alla mobilitazione di milioni di americani (e non solo), facendole guadagnare il nome di “Mamma Pace”.

I commenti sono chiusi.