Volevo salvarli tutti

Claire Bertschinger, con Fanny Blake, “Volevo salvarli tutti”, Sperling & Kupfer, Milano 2006, p. 311

Basandosi sulle lettere scritte dall’Africa ai genitori e sui suoi diari, Claire Bertschinger ricostruisce la sua storia di giovane infermiera assegnata dal Comitato Internazionale della Croce Rossa a Macallè, una remota cittadina dell’Etiopia settentrionale, e incaricata di gestire un centro di alimentazione supplementare. Fin da subito la cronica scarsità di mezzi le impone dolorosissime scelte riguardanti quali bambini nutrire, con la consapevolezza che gli esclusi non supereranno la notte. Sarà dopo aver visto in un filmato di Michael Buerk le immagini scioccanti di questo processo di selezione dei bambini denutriti che Bob Geldof deciderà di fondare l’associazione umanitaria Band Aid e di dar vita al Live Aid, il memorabile concerto di solidarietà del 13 luglio 1985, due iniziative che raccolgono milioni di sterline in favore dei profughi. Vent’anni dopo, persuasa dallo stesso giornalista, Claire ripercorre la propria storia.

I commenti sono chiusi.