Piccole cause grandi effetti

Ognuno di noi contribuisce, nella propria quotidianità, a immettere nell?ambiente la sua quota, più o meno grande, di gas di serra. Sono quantità apparentemente insignificanti, ma aggiunte a quelle di altri sei miliardi di esseri umani contribuiscono a provocare, a partire da piccole cause, grandi effetti, con carattere cumulativo. Tanto grandi da trasformare addirittura il clima globale del pianeta. Eppure, non ne abbiamo quasi la più pallida percezione. Riusciamo a renderci conto dell?esistenza di questa interazione tra il nostro comportamento quotidiano e il resto del mondo solo attraverso un?operazione astratta, intellettuale, una presa di coscienza che stenta a trasformarsi in un processo collettivo e a tradursi in scelte di politica ambientale coerenti.
Per superare questo ostacolo, è necessario un capillare lavoro di educazione, informazione, sensibilizzazione, che non si fermi di fronte all?apparente indifferenza e agli scarsi risultati che si ottengono nel brevissimo periodo. Occorre proseguire con impegno, lungimiranza, continuità, non limitandosi solo a interventi episodici, utilizzando tutti gli strumenti mediatici e di comunicazione di cui oggi disponiamo.
La campagna per la riduzione delle emissioni di gas di serra lanciata dal comitato Kyoto dal basso, in collaborazione con la Regione Piemonte, è un valido esempio di quanto è possibile fare in questo campo. Tra le molte iniziative, viene ora proposto un CD-ROM per permettere a cittadine e cittadini di accedere a una buona informazione, senza cadere in specialismi eccessivi, e favorire quella crescita di consapevolezza indispensabile perché gli accordi di Kyoto e il protocollo di Torino non rimangano solo nel regno delle buone intenzioni.

I commenti sono chiusi.