LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI DEL SERVIZIO MENSA DEL II CIRCOLO DIDATTICO DELLA CITTÀ DI CHIVASSO

OGGETTO

Lo studio proposto ha come oggetto l’analisi quantitativa, qualitativa e la riduzione della produzione dei rifiuti del servizio mensa del secondo Circolo didattico della città di Chivasso. Per stimare i flussi di materia e/o materiali ed energia del servizio in oggetto verrà impiegata la metodologia tecnico-scientifica più adatta tra quelle disponibili, come il Life Cycle Assessment (LCA), gli ecobilanci o gli indici MIPS (intensità di materiale per servizio). In ciascuna fase del ciclo (servizio mensa) si potranno così individuare margini di miglioramento in termini di risparmio, di ottimizzazioni, di qualità del servizio e di riduzione sia dei materiali impiegati sia dei rifiuti prodotti. Le soluzioni proposte dovranno basarsi sul principio di sostenibilità e su analisi condotte con tecniche di economia ecologica. Inoltre la conoscenza del territorio in cui il servizio è inserito costituirà una componente fondamentale della ricerca.

FINALITÀ

Secondo i dati dell’Osservatorio Provinciale di Torino nell?anno 1998, la città di Chivasso ha prodotto una massa di rifiuti pari a 10.763 tonnellate, con una produzione pro-capite di 447 kg. Il servizio mensa del secondo circolo didattico non rappresenta la principale componente della produzione dei rifiuti urbani, ma individuarne la quantità e ridurne la produzione è vantaggioso per diverse ragioni. Se infatti dal lato della produzione dei rifiuti il servizio ha un peso relativamente modesto, acquista un ruolo particolarmente significativo dal punto di vista educativo, della formazione e della sensibilizzazione delle nuove generazioni, che di questo e di altri servizi sono parte integrante e non semplici destinatari. La stima della quantità e della qualità dei rifiuti prodotti dal servizio mensa costituirà la fase preliminare della valutazione economica ed ambientale. Il progetto proposto intende pertanto perseguire le seguenti finalità:

– stimare la massa di rifiuti generata dal servizio;

– valutare i carichi ambientali distinguendoli in costi diretti (consumi di materie ed energia, emissioni relative in aria, acqua e suolo) e costi indiretti (attività di recupero-riuso-riciclaggio e di riduzione della produzione dei rifiuti);

– realizzare un?analisi dei costi economici del servizio; o individuare/intercettare in ciascuna fase del ciclo margini di miglioramento in termini di riduzione e risparmio;

– realizzare uno studio che costituisca un supporto tecnico, utilizzabile dall?amministrazione locale per formulare la procedura di richiesta dei requisiti di assegnazione per la gestione di un servizio più sostenibile.

DESTINATARI

I soggetti potenzialmente interessati ai risultati della ricerca sono i seguenti: Dipartimento Ambiente della Provincia di Torino, Comune di Chivasso, Circoli didattici, Consorzio per la gestione rifiuti, ditte erogatrici del servizio mensa, associazioni ambientaliste e di categoria operanti sul territorio del Comune di Chivasso, cittadini.

REFERENTE PROGETTO: dott. Salvatore Procopio

ENTE RICHIEDENTE Dipartimento ambiente della Provincia di Torino

I commenti sono chiusi.